Anno catechetico

 A TUTTI I GENITORI DEI BAMBINI E RAGAZZI DELLA MISSIONE ITALIANA 

Carissimi genitori, 

la vita dei vostri figli vi appartiene perché, con l’aiuto di Dio, l’avete generata e con tanta tenerezza e premura la custodite. Non dimenticatevi che la vita proviene da Dio e perciò è un suo prezioso dono. Dei vostri figli voi siete custodi, perché tutti Figli dello stesso Padre, ma soprattutto siete educatori. 

Non sempre la famiglia riesce da sola ad educare (condurre) i propri figli, perciò esiste la scuola che li istruisce, lo sport che li aiuta nello sviluppo fisico, la società che li accoglie. Tra le tante realtà c’è anche la parrocchia che vuole incontrare i vostri figli e attende che voi glieli consegniate, 

perché ha qualcosa da donare: la fede, l’educazione religiosa. 

Nella vostra famiglia avete un figlio una figlia che anche quest’anno continuerà il CATECHISMO. Certo, il giorno della prima Comunione o della Cresima per alcuni è ancora molto lontano, ma il catechismo non è solo vincolato e finalizzato ai sacramenti, guai a noi se pensassimo questo. 

Il catechismo è una proposta di educazione e crescita nella fede. Significa aiutarli a vivere ciò che gli avete trasmesso il giorno del loro BATTESIMO. 

La nostra Missione Italiana, con il suo programma di catechesi, è a vostra disposizione, se ritenete come noi ci auguriamo, per accogliere i figli che vorrete affidarci per la loro crescita umana e religiosa. In questo mondo che parla tanti linguaggi, che racconta tante telenovelas, che propone tante possibilità al punto che sembra tutto utile, necessario se non addirittura indispensabile, in questo mondo che ci propone il dilemma della scelta, non fate mancare ai vostri figli la semplice, umile, ma tanto necessaria proposta di conoscere Gesù. Per questo vi siete impegnati il giorno del Battesimo dei vostri bambini. Confido molto nella vostra sensibilità umana e religiosa, perciò mi sono permesso di raggiungervi con questa lettera. 

Il Signore vi conceda tanta pace e benedizione con l’abbondanza che voi desiderate e di cui avete bisogno. Grazie per la collaborazione che saprete esprimere e per la presenza che saprete offrirci. 

Con affetto vostro Don Furio e catechisti